Il PRP (plasma ricco di piastrine) stimola e facilita la rigenerazione tissutale

Il nostro sangue processato, lavorato e nuovamente iniettato in alcune aree del nostro corpo può stimolare e facilitare la rigenerazione tissutale. È quello che fa il «Plasma ricco di piastrine», Prp, che sfrutta i fattori di crescita delle piastrine e viene utilizzato in ambito ortopedico e dermatologico-estetico.

PRP, o plasma ricco di piastrine, oggi non è una novità in campo medico. La scelta di uno specifico dispositivo per la produzione di PRP deve coinvolgere anche il paziente e non esclusivamente gli  “addetti ai lavori”. Le piastrine sono come dei sacchetti, non hanno un nucleo, contengono proteine (fattori di crescita) in grado dirigere la duplicazione e mantenere l’omeostasi dei tessuti.

La metodica laser SplendorX prende di mira e distrugge le lesioni vascolari resistenti, i vasi blu e rossi, le teleangectasie fini, i capillari a forma di ragno, le macchie di vino porto e la rosacea sul viso e sulle gambe, facendole scomparire gradualmente.
I capillari rotti sul viso, inclusi mento, naso e guancia, possono essere trattati efficacemente con il minimo disagio e senza tempi di inattività.

La tecnologia laser PiQo4 rimuove efficacemente tutti i comuni tatuaggi dai colori, amatoriali o professionali. Questa nuova tecnologia prende di mira contemporaneamente sia le particelle grandi che quelle piccole del tatuaggio, rompendole in minuscole particelle che vengono rimosse naturalmente dal tuo corpo.

Il resurfacing con laser CO2 frazionato comporta il trattamento di frazione di una data area di superficie della pelle. Agisce riducendo le linee sottili, le rughe, le imperfezioni ed esegue un rassodamento generale della pelle.

Il trattamento con Laser Carbon Peel consiste nell’utilizzo di una maschera al carbone vegetale che viene prima applicata sul viso del paziente e poi verrà eliminata attraverso un laser Q-switch, una tecnologia che solitamente viene utilizzata per la rimozione di un tatuaggio, o del pigmento, quindi delle macchie cutanee. 

Ho utilizzato la nuova tecnologia laser su molti pazienti differenti per circa otto settimane, in questo modo ho acquisito maggiore padronanza e sicurezza nel presentarla. Ma quando ho ricominciato a utilizzare il mio precedente laser sui pazienti, che erano tornati per sedute di mantenimento, molti di loro mi hanno detto “No, ma quando riceverai la nuova macchina?”

Oggi, rallentare il processo dell’invecchiamento, si può! La ricerca scientifica più avanzata oggi è rivolta a comprendere come preservare la lunghezza dei telomeri. I Telomeri sono delle piccole porzioni di DNA che si trovano alla fine di ogni cromosoma ed hanno un importante ruolo nel determinare la durata della vita di ciascuna cellula.

Pagina 1 di 6