Perchè il PRP?

Pubblicato in La Rubrica del Medico
in data:
09
Maggio
2022

Il PRP (plasma ricco di piastrine) stimola e facilita la rigenerazione tissutale

Il nostro sangue processato, lavorato e nuovamente iniettato in alcune aree del nostro corpo può stimolare e facilitare la rigenerazione tissutale. È quello che fa il «Plasma ricco di piastrine», Prp, che sfrutta i fattori di crescita delle piastrine e viene utilizzato in ambito ortopedico e dermatologico-estetico.

Il PRP e le applicazioni in medicina e chirurgia estetica

Sul fronte dermatologico si utilizza da solo o con altre metodiche nell’invecchiamento cutaneo del viso.

Il Prp stimola la produzione di collagene e ialuronico che donano alla pelle un aspetto più tonico e liscio senza alterare la morfologia del volto, ed è utile anche in altre sede corporee come mani; e collo, braccia, addome, ginocchia, interno coscia…

Un’applicazione che sta dando risultati confortanti riguarda l’alopecia non-cicatriziale e areata. Secondo dati recenti, la ricrescita avviene nella maggior parte dei casi trattati.

Il trattamento con Prp non presenta effetti collaterali, in quanto il prodotto che si va ad iniettare è una sostanza naturale derivata dal sangue del paziente stesso (sangue autologo).

Quando si ottengono i risultati?

L’infiltrazione del plasma non da risultati immediati. I meccanismi di riparazione richiedono un certo lasso di tempo.

  • 46% migliora dopo 4 settimane
  • 60% dopo 8 settimane
  • 81% dopo 6 mesi
Letto 46 volte Ultima modifica in data: Lunedì, 09 Maggio 2022 18:54